Base

Come risparmiare sulla bolletta elettrica, tutto l’anno

L’inverno è ormai alle porte e per la maggior parte degli italiani questo “appuntamento” rappresenta il momento in cui si alzano le bollette relative ai consumi energetici. Allo stesso tempo, però, sta prendendo sempre più piede una coscienza ecologica: i nostri consumi hanno un impatto importante sull’ambiente che ci circonda, e dobbiamo imparare a trovare un giusto compromesso fra le nostre esigenze e quelle del Pianeta. Bene, la buona notizia è che si può venire a patti fra il desiderio di ricevere bollette più leggere e contribuire alla salvaguardia del nostro mondo e delle sue risorse, con semplici accorgimenti quotidiani. Che, sia chiaro, non valgono solo durante la stagione più fredda, ma per 365 giorni l’anno. Ecco quindi qualche semplice consiglio per avere una casa accogliente e confortevole e conti da pagare decisamente più abbordabili, considerando che ci aspetta un periodo di aumenti per tutte le materie prime.

Sistema di riscaldamento sotto controllo
Che sia a gas con i tradizionali termosifoni o a pompa di calore, con i moderni sistemi che scaldano d’inverno e rinfrescano d’estate – come quelli proposti a condizioni particolarmente vantaggiose da Brezza Clima – qualsiasi impianto ha bisogno di una corretta manutenzione per lavorare in modo efficiente e senza dispersioni. In linea generale, è sempre utile installare termostati intelligenti che si possono tarare fino alle frazioni di grado e, a proposito di temperatura, sarebbe opportuno mantenerla in casa a non più di 20°C, abbassandola nei locali dove si sta meno tempo o quando si è fuori casa. Per mantenere il piacevole tepore casalingo, poi, è importante che gli ambienti siano ben isolati: se non si possono prevedere interventi più corposi e strutturali, già sigillare gli infissi con nuove guarnizioni, utilizzare i paraspifferi vicino a porte e finestre e addirittura prevedere dei tappeti sul pavimento può aiutare a non disperdere il calore.

Optare per elettrodomestici e lampadine a basso consumo
Scegliere gli elettrodomestici con i consumi meglio ottimizzati può senza dubbio essere una scelta vincente. Al momento dell’acquisto, è utile investire su un elettrodomestico (come il frigorifero o il condizionatore, approfittando anche dei relativi bonus governativi) di classe elevata, che nel medio periodo conviene in termini di consumi energetici e quindi costi. Lo stesso accorgimento può essere applicato all’illuminazione di casa: sebbene più costose, riporta un report di Facile.it, le lampadine LED e le lampadine fluorescenti garantiscono un consumo decisamente inferiore rispetto a quelle alogene, consentendo una diminuzione rilevante nella spesa per l’energia elettrica. 

Spegnere piuttosto che lasciare in stand by
Sembra una piccola cosa, invece spegnere gli elettrodomestici e i device elettronici piuttosto che lasciarli in stand by si rivela sempre una scelta vincente in termini di risparmio. Gli elettrodomestici spenti consumano in media 450 Kwh all’anno per ogni abitazione. Un’antenna satellitare che consuma 22 watt quando la televisione è accesa, ricorda ancora l’analisi di Facile.it, ne consuma 14 quando il sistema a riposo, mentre un lettore di CD, a cui servono 15 watt quando è in funzione, ne utilizza 11 quando è in stand-by. Sommando tutti questi consumi “invisibili” è evidente che contribuiscano a pesare, e di molto, sulla bolletta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *