Base

Primavera, è il momento perfetto per un nuovo impianto di condizionamento

Siamo ormai in piena primavera e le giornate si stanno sempre più allungando, preannunciando quella che sarà la prossima stagione estive. Che, come sempre, sarà contraddistinta da caldo, afa e dai nostri malumori per non aver pensato per tempo a un impianto di condizionamento che potesse metterci al riparo dai disagi. Ecco, quest’anno non facciamo passi falsi e giochiamo d’anticipo, programmando fin da ora l’acquisto o la sostituzione di un sistema di aria condizionata per la casa o l’ufficio. La primavera è il momento perfetto per questa operazione, quando i tecnici che si occupano di installazione non sono ancora oberati di lavoro, quando si trovano ottime offerte sul mercato e quando ci sono ampi margini di manovra per effettuare i lavori. Ecco qualche altro suggerimento sul perchè questa stagione è quella perfetta per dotarsi di un impianto di condizionamento, senza perdere nemmeno un minuto.

Il caldo? Fa crollare la produttività
Nel nostro paese le temperature estive possono diventare davvero proibitive, anche al Nord. E, più si alza la colonnina di mercurio, più le persone iniziano a subire un deciso calo delle loro capacità di concentrazione e produttività. Basti pensare che temperature superiori a 23°C possono compromettere le capacità di attenzione di una persona al lavoro. Si tratta perciò di un fenomeno particolarmente grave in ambito professionale: in ufficio è quasi un obbligo investire in un impianto di aria condizionata, da far installare ora cosicché non ci sia mai un calo della produttività, nemmeno nelle giornate più bollenti. Per avere subito una consulenza personalizzata, e una squadra di professionisti a propria disposizione, basta verificare le proposte di Brezza Clima, che da oltre 30 anni opera nella vendita, installazione e assistenza di condizionatori d’aria ad alta efficienza.

Niente allergie
Tra le mura di casa come sul posto di lavoro, le allergie sono nemiche che si vorrebbe tener fuori dalla porta. I mesi primaverili sono invece la stagione clou della febbre da fieno, legata ai pollini di diverse piante. Il fenomeno delle allergie è preoccupante: quella ai pollini pare colpisca circa il 10% della popolazione mondiale. La condizione viene aggravata da allergeni come le polveri: anche queste, così come i pollini, vengono efficacemente filtrati dai sistemi di condizionamento dell’aria, il che rende i climatizzatori una risorsa preziosissima per proteggere la salute dei dipendenti in ufficio o dei familiari a casa. 

Chi prima arriva…
Non sorprende che i mesi vicini all’estate siano il momento in cui gli esperti di climatizzazione devono vedersela con un’agenda piena di appuntamenti. Quando arriva l’afa, tutti ci accorgiamo di aver bisogno di un impianto di climatizzazione! Giocare d’anticipo, programmando fin da ora l’installazione di un sistema di climatizzazione, non solo renderà l’arrivo dei primi caldi assolutamente piacevole, ma consentirà di fare buoi affari adesso. Anche le attività di manutenzione all’impianto potranno essere programmate al meglio, così da non interferire con la vita familiare o lavorativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.