Base

Vero o falso? Tutto quello che c’è da sapere sull’aria condizionata

Anche se l’impianto di aria condizionata è oggi presente in moltissime case e uffici degli italiani, resistono ancora dei falsi miti riguardo sia l’installazione, sia il corretto utilizzo, sia la manutenzione del climatizzatore. In generale quando si tratta di scegliere e di installare un condizionatore all’interno della propria proprietà, conviene sempre affidarsi a dei professionisti di comprovata esperienza. Brezza Clima, a questo proposito, opera da oltre 30 anni con i migliori produttori di macchine per il condizionamento: i suoi tecnici sono abilitati e certificati F-GAS e possiedono il patentino frigorista,  caratteristiche obbligatorie affinché il proprietario di casa possa usufruire delle detrazioni fiscali previste. Ovviamente gli esperti sanno rispondere nel migliore dei modi anche alle domande più difficili: nel frattempo, vediamo di fare un po’ di chiarezza qui.  

Conviene lasciare la stessa temperatura tutto il giorno

Falso. Lasciare che l’impianto mantenga la stessa temperatura per l’intera giornata non farà risparmiare sulla bolletta. Oggi, con la tecnologia a nostra disposizione, esistono termostati e unità programmabili che consentono di impostare la temperatura a seconda dei vari momenti del giorno. Con le giuste impostazioni, il condizionatore si attiverà ad esempio per l’orario di rientro a casa e si spegnerà quando l’abitazione è vuota. Con queste possibilità, non c’è davvero motivo di lasciare l’aria condizionata accesa tutto il giorno.

La manutenzione è una perdita di tempo e denaro

Falso. Per garantire che l’impianto funzioni nel modo più efficiente e il più a lungo possibile, è necessario almeno un controllo annuale, anche se la maggior parte dei produttori consiglia almeno due interventi di manutenzione ogni 12 mesi. Solo in questo modo l’impianto si manterrà “in salute” per molti anni, garantendo performance ottimali e nessuno spreco di energia.

Più grande è meglio è

Falso. L’efficienza e l’efficacia di un impianto di condizionamento non si misurano con le sole dimensioni. Ecco perchè è importante che, prima dell’installazione, dei tecnici qualificati facciano i rilievi del caso e valutino quale tipo di sistema è più adatto alle esigenze, alla conformazione e al design della casa. 

Il prezzo è il fattore più importante 

Falso. Che si stia cercando l’opzione più economica o quella di fascia più alta, il prezzo è solo un fattore da considerare. La qualità dell’installazione è invece l’elemento più importante per avere la certezza di disporre di un sistema di condizionamento efficiente e di qualità. Avere il prodotto più giusto per le proprie esigenze, un programma di manutenzione puntuale e duraturo, le certificazioni previste sono i veri elementi che fanno la differenza fra una scelta giusta e una sbagliata.

L’aria condizionata fa male

Falso. I condizionatori d’aria sono progettati per offrire il massimo comfort, soprattutto durante il periodo estivo. Impostandoli alla giusta temperatura durante la notte, si dormirà sicuramente meglio, risvegliandosi il mattino dopo freschi e riposati. Ancora, un buon impianto di condizionamento permette di evitare i colpi di calore e i fenomeni di disidratazione, pericolosi soprattutto per bambini e anziani. Anche alcune patologie, ad esempio quelle cardiache, possono aggravarsi per un eccesso di caldo. Oltre a rinfrescare l’ambiente, un altro elemento vincente dei moderni impianti è che riescono a tenere sotto controllo i livelli di umidità, evitando così  la potenziale proliferazione di muffe e batteri e quindi l’insorgere di diverse malattie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.